Harry Potter e la Pietra Filosofale compie 20 anni

Il 1° settembre è una data speciale per i fan di Harry Potter. Inizia nuovo anno scolastico alla scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts e centinaia di nuovi studenti vengono smistati in una delle quattro case.
Ogni anno i fan festeggiano l’immaginaria partenza verso la scuola di magia riversando sui social il loro amore per la saga scritta dall’autrice britannica J.K. Rowling e composta da 7 libri che dal 1997 hanno accompagnato la crescita di milioni di bambini e bambine in tutto il mondo.


La saga sul celebre maghetto con gli occhiali tondi e la cicatrice a forma di saetta sulla fronte ha appassionato milioni di lettori, grandi e piccoli, tanto da essere trasposta in 8 film prodotti e distribuiti da Warner Bros.
Era il lontano 2001 quando, tra novembre e dicembre, Harry Potter e la Pietra Filosofale approdava nelle sale cinematografiche di tutto il mondo. Il film, diretto da Chris Columbus e sceneggiato da Steve Kloves, con Daniel Radcliffe, Ruper Grint e Emma Watson nel ruolo dei tre protagonisti, ha avuto un gran successo con un box office mondiale di oltre 900 milioni di dollari.


Oggi, 1° settembre 2021, i fan delle avventure del giovane mago festeggiano il 20° anniversario dall’uscita del primo film della saga che ancora oggi continua ad appassionare bambini e ragazzi.
In questo articolo, per celebrare il 20° anniversario, vediamo 4 curiosità riguardanti Harry Potter e la Pietra Filosofale.

1. J.K ROWLING NEI PANNI DI LILY POTTER

harry potter mirror

All’autrice della celebre saga sul maghetto fu offerto di recitare nel ruolo di Lily Potter nella scena di Harry davanti allo Specchio delle Brame. Tuttavia, la Rowling rifiutò perché non si considerava abbastanza brava come attrice e credeva che avrebbe fatto un disastro. Il ruolo andò dunque a Geraldine Margaret Agnew-Somerville che ha interpretato la mamma di Harry per il resto della saga.

2. SOLO ATTORI INGLESI O IRLANDESI

harry potter actors

J.K. Rowling ha seguito lo sviluppo dei film fin dall’inizio facendo delle specifiche richieste, una fu quella che gli attori fossero di origine britannica o irlandese. Daniel Radcliffe, Emma Watson e Rupert Green sono infatti britannici come Alan Rickman e Tom Felton. Molti altri attori interpreti di personaggi del mondo di Harry Potter sono di origine irlandese come Kenneth Branagh e Evanna Lync.
In particolare, Alan Rickman fu scelto personalmente dalla scrittrice per interpretare Severus Piton e da lei istruito sulla storia del personaggio. Gli diede infatti dettagli che sarebbero stati rivelati solo nei romanzi successivi.

3. PERSONAGGI QUASI FEDELI AL LIBRO

harry potter eyes

Chi ha letto i libri sa che Harry Potter ha gli occhi verdi e che Hermione ha dei grandi incisivi. Il regista e gli altri creatori del film hanno cercato di restare fedeli alle descrizioni dei personaggi dando a Daniel Radcliffe un paio di lenti a contatto verdi e a Emma Watson dei denti finti. Sfortunatamente, Daniel ebbe una brutta reazione allergica e Emma non riusciva a parlare bene con i denti finti in bocca così l’idea fu abbandonata.

4. NON E’ TUTTO CGI

Contrariamente a quanto si può pensare, nei film di Harry Potter non tutto è realizzato con la computer grafica, molte scene infatti sono state realizzate usando dei “trucchetti”.

Per quanto riguarda il festeggiato Harry Potter e la Pietra Filosofale:

E’ LA BACCHETTA A SCEGLIERE IL MAGO

harry potter wand

Nella scena in cui la bacchetta sceglie Harry Potter come suo possessore, l’effetto magico della scelta non è computerizzato. Esso consiste in una luce che appare dal nulla, una folata di vento improvvisa, polvere che si sposta e candele che sfarfallano. Tutto è realizzato analogicamente, registrato e poi velocizzato per dare l’impressione che il mondo intorno al maghetto stia reagendo alla magia.

SCACCHI MAGICI A GRANDEZZA NATURALE

Gli scacchi magici a grandezza naturale sono stati realizzati veramente per la scena della partita di Harry, Ron e Hermione alla fine del film che è stata girata in set interamente costruito. Inoltre l’esplosione dovuta allo scacco matto di Ron che sacrifica il suo cavaliere alla Regina non è una vera esplosione ma solo aria pressurizzata. Non era possibile usare esplosioni controllate in presenza di attori così giovani così si è optato per questa soluzione.

IL TRANELLO DEL DIAVOLO E’ UN PELUCHE

Realizzare la creatura in computer grafica sarebbe costato un mucchio di soldi alla produzione, così si è optato per lacreazione della creatura oscura in versione pupazzo per la scena in cui i tre maghi protagonisti vi cadono in mezzo dopo essere fuggiti da Fuffy, il cane a tre teste, messo a guardia della pietra filosofale.

LA MAGIA E’ COSTOSA

Questi sono solo tre di molti altri esempi possibili di “trucchetti” usati per alleggerire il budget non solo del primo ma di tutti i film della saga ma del resto si sa che magia vuol dire anche illusione.

UN SUCCESSO CHE DURA DA OLTRE 20 ANNI

Per concludere, sono passati oltre 20 anni dall’uscita del primo libro e 20 anni esatti da quella del primo film e nonostante il tempo trascorso, Harry Potter continua a conquistare lettori e spettatori e il suo successo non accenna a diminuire.


Si tratta di una storia profonda con temi che spaziano dall’amore all’amicizia, dalla lotta per i propri ideali al sacrificio, dal dolore alla crescita. Una storia che è diventata un mito ed è entrata a far parte della cultura popolare. J.K. Rowling è riuscita a creare un mondo immaginario e allo stesso tempo realistico, un mondo in cui reale e fantastico si fondono.La magia di Harry Potter è riuscita ad uscire oltre i confini della carta e dello schermo, incantando grandi e piccoli che gioirebbero allo stesso modo se un giorno nella posta trovassero la famosa e tanto attesa lettera con il sigillo della scuola di magia e stregoneria.


E voi? Avete ricevuto la lettera? Siete pronti per l’inizio di un altro nuovo e magico anno scolastico ad Hogwarts?

Follow & Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.