Gina Carano è stata licenziata da LucasFilm

gina carano - cara dune

Gina Carano è stata ufficialmente licenziata da LucasFilm. L’attrice, interprete di Cara Dune nella serie The Mandalorian (qui la nostra recensione), non rivestirà più tale ruolo e non apparirà in nessun altro prodotto legato al franchise di Star Wars.

L’ex wrestler era già finita al centro delle polemiche a novembre per controversi tweet riguardanti le misure di sicurezza anti Covid-19 e i presunti brogli elettorali della recente votazione del presidente USA. Ma l’ultimo post, condiviso di recente sui social media ed in seguito cancellato, le è costato il licenziamento: in esso Gina Carano paragonava gli Ebrei perseguitatati dai nazisti ai repubblicani di Trump.

Sui social è così scoppiata la bufera. Molti utenti hanno fatto circolare lo screenshot con l’hashtag #FireGinaCarano, chiedendo a gran voce il suo licenziamento.

LucasfIilm ha preso subito provvedimenti, dichiarando che le idee dell’attrice non erano in linea con la politica e il sistema di valori legati all’universo di Star Wars ed optando per un rapido e insindacabile licenziamento. Di seguito il messaggio della casa produttrice.

 Gina Carano non è attualmente impiegata da Lucasfilm e non ci sono piani per lei in futuro. Tuttavia, i suoi post sui social media che denigrano le persone in base alle loro identità culturali e religiose sono abominevoli e inaccettabili.

L’attrice è stata anche abbandonata dalla UTA, un’agenzia di talenti che rappresenta artisti e altri professionisti del settore dell’intrattenimento.

Follow & Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.