Herocon Superheroes Convention: i supereroi fanno tappa a Roma

herocon

Tutti lo sanno, se c’è di mezzo qualcosa di nerd noi non ci tiriamo indietro e infatti non l’abbiamo fatto. Sabato 8  e domenica 9 giugno 2019 al SGM Conference Center di Roma si è tenuta la terza edizione della Herocon Super Heroes Convention, una convention organizzata dai fan per i fan dei supereroi e noi non ce la siamo fatta scappare.

Partiti ad un orario improponibile del mattino per essere li in tempo, siamo arrivati ai cancelli carichi di aspettative e curiosi di scoprire cosa, questa convention romana, ci proponeva. Abbiamo varcato la porta del SGM Conference Center con un po’ di scetticismo, dato che pur essendo arrivati in tempo, anzi in anticipo, ci hanno fatto aspettare all’esterno e sempre con scetticismo abbiamo (notato che c’era poca gente) mostrato i nostri biglietti alla biglietteria, guardandoci intorno.

INIZIA IL TOUR

Mostrati i biglietti e ottenuto il braccialetto di ingresso, di un bel verde hulk, cominciamo il giro. La struttura era organizzata su due piani, al piano terra, quello d’ingresso per capirci, si aprivano tre corridoi, tutti collegati tra loro a creare una sorta di labirinto di Dedalo dove lungo le pareti correvano tavoli e stand allestiti a tema, poster e disegni, scritte in lingua cybertroniana, modellini vari, dalle tartarughe ninja ai transformers, per i quali sabato era presente il disegnatore Nicola Perugini. Al secondo piano c’erano i work shop, in particolare il corso lego per bambini e come realizzare una scultura.

L’atmosfera era piuttosto sonnolenta, con stand e tavoli ancora in allestimento e poca affluenza. Proseguiamo il giro e ci imbattiamo in niente di meno che Tony Stark! Non l’originale, magari, nell’impersonator Marco Spatola seguito a ruota dal Capitano, l’impersonator Matteo Sabetta, e l’amichevole Spiderman di quartiere, lo stuntman e performer Marco Noctis. La mattina prosegue cosi, con un John wick che spunta all’improvviso coperto di sangue, una Misa Misa con un Riuk formato peluche tra le mani, un Batman Affleck che occupa quasi tutto il corridoio, e Spidey che, perso il gruppo, gira per i corridoi e le sale chiedendo ai passanti se hanno visto gli Avengers.

Girovagando per i corridoi della convention arriviamo alla sala dedicata all’horror e, udite udite, MORTAL KOMBAT! La sala ospitava i costumi dei celebri personaggi della saga, il trono di Shao Kahn a dimensioni reali e un ospite molto speciale: Daniel Pesina, attore e stuntman che ha prestato per primo corpo e volto ai personaggi del videogioco.

Il bello però arriva nel pomeriggio.

BUMBLEBEE E RAFFAELLO ALLA RISCOSSA

Dalle 15 si susseguono una serie di conferenze. Aprono la sala principale e ci piazziamo alle prime file in attesa che cominci il primo show. Il primo a salire sul palco è Alessandro Capra, doppiatore di Bumblebee nella serie animata e Connor nel videogame Detroit: Become Human che doppia in live alcune scene del videogioco e ci parla di com’è e come funziona il doppiaggio.

Segue Stefano Starna, doppiatore della burbera tartaruga ninja Raffaello nel film del 2014 che ci offre una versione alternativa ed esilarante di una delle scene finali del film in cui la tartaruga con la maschera rossa rivela la sua paura delle montagne russe in romano. Tra un errore di attacco e improvvisazioni varie, i due doppiatori ci hanno regalato tante risate ma soprattutto tanto divertimento.

AVENGERS ASSEMBLE!

Alle 16 arrivano finalmente gli Avengers, per l’esattezza le loro voci.  Salgono infatti sul palco Angelo Maggi e Alex Polidori, i doppiatori di Iron Man e Spiderman e iniziano a doppiare in live alcune delle scene più belle dei film Marvel: non sono mancate il classico “io sono Iron Man” e “non lo dica a zia May”. I due doppiatori tra una scena e l’altra ci spiegano che in sala di doppiaggio le scene dei dialoghi sono doppiate separatamente e non in simultanea come stavano facendo in quel momento sul palco.

A seguire Il giovane Alex, togliendosi per un attimo le vesti di doppiatore e indossando quelle di cantautore, ci canta anche il suo ultimo singolo Paranoico e ascoltando la canzone abbiamo cominciato a immaginare Peter Parker che canta in camera sua davanti allo specchio. Insieme a loro salgono Alessandro Campaiola e Manuel Meli, che prestano la voce rispettivamente al supereroe della DC Comics Flash nell’omonima serie e Aladdin nell’ultimo adattamento live action della Disney uscito il mese scorso. Il primo ci delizia doppiando dal vivo la famosa intro della serie tv The Flash mentre il secondo ci porta ad Agrabah con alcune scene di Aladdin e cantando il Mondo è mio.

I quattro doppiatori vengono intervistati, ci raccontano aneddoti, la loro storia, come sono approdati al doppiaggio. Spassoso è lo scambio di battute tra Polidori e Meli, che tra prese in giro e risate, arrivano a cantare insieme. È come avere Tony Stark, Berry Allen, Peter Parker e Aladdin tutti insieme sul palco, con un po’ di immaginazione li potete vedere, Alex e Alessandro in particolare li ricordano molto per aspetto. Il ciclo di conferenze poi si chiude, tutti i doppiatori si dimostrano disponibili per fare foto e autografi con i fan.

FILM IN MUSICA

Alle 19, si tiene il concerto di colonne sonore dell’orchestra sinfonica Papillon che ci fa letteralmente volare tra le musiche di Harry Potter, Pirati dei Caraibi e Avengers. Durante l’esibizione arrivano sul palco i cosplayer e gli impersonator che abbiamo incontrato nel pomeriggio, ad essi si sono aggiunti il Doctor Strage impersonato da Michele Paterakis, la Vedova Nera, Captain Marvel e “GaeTHANOS”(si, l’uomo dentro il costume si chiama Gaetano). Si presentano e  scopriamo che fanno parte di una compagnia teatrale che porta in scena i personaggi Marvel in giro per l’Italia.

UN PARCHEGGIO MOLTO PARTICOLARE

Finita la sinfonia di colonne sonore dell’orchestra Papillon, ci fermiamo a cena in una pizzeria nelle vicinanze. Con la pancia piena torniamo sui nostri passi verso il parcheggio del Conference Center, un’ampia zona verde con cespugli da vero e proprio labirinto, ma ad aspettarci c’è una brutta sorpresa.

Nell’aria c’è un silenzio spettrale, l’auto è in mezzo a tre fastidiosissimi irrigatori da giardino attivi e un criptico nastro segnaletico bianco e rosso. Dopo una doccia involontaria riusciamo a salire a bordo della vettura e a sollevare il nastro per farla uscire dal giardinetto, ma all’improvviso cominciamo a sentire rumori sinistri provenire dai cespugli lungo la strada.

Mentre attraversiamo il vialetto un’orda di zombie infesta i lati della strada! Senza saperlo siamo finiti nel bel mezzo di un Horror Escape Room Game all’aperto. Fortunatamente uno zombie gentile e ancora lucido riesce ad indicarci l’uscita corretta del parcheggio e riusciamo così a tornare a casa con i cervelli sani e salvi.

CONCLUSIONI

Complessivamente l’evento è stato un buon successo. L’inizio è stato un po’ lento e soporifero ma durante la giornata i ritmi sono migliorati, specialmente grazie agli ospiti presenti. La nostra avventura è proseguita anche il giorno seguente, dove tutto si è svolto in maniera più lineare ma allo stesso modo piacevole. Tra gli ospiti della giornata ci sono stati Ilaria Latini, doppiatrice di Lois Lane nel film Man of steel e l’agente Peggy Carter nell’omonima serie, e Davide Perino, che ha prestato la voce a personaggi come Johnny di Hotel Transylvania, Sam Witwicky in Transformers, Merlin nell’omonima serie e tanti altri.

Una cosa è certa, non mancheremo alla prossima edizione della Herocon Superheroes Convention.

Sito ufficiale dell’evento: https://www.hero-con.com/

Follow & Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.