Analgesia congenita: il potere di non provare alcun dolore

heroes - claire bennet - analgesia

“Salva la cheerleader, salva il mondo”.

Tutti i fan della serie tv Heroes conoscono questa frase, pronunciata dal personaggio interpretato da Masi Oka, Hiro Nakamura, e praticamente slogan delle prime stagioni. La cheerleader in questione è un altro personaggio della celebre serie tv prodotta dalla NBC Universal e andata in onda dal 2006 al 2010 per un totale di quattro stagioni, che narra le vicende di un gruppo di individui che scoprono di possedere delle abilità speciali da dover usare per salvare il mondo.

Claire Bennet è il nome della ragazza da salvare, interpretata da Hayden Panettiere, che possiede un’abilità molto più speciale delle altre e molto più ricercata, ovvero la capacità della rigenerazione rapida dei tessuti che la rende in grado di guarire velocemente da qualsiasi danno fisico ricevuto, che sia superficiale o mortale. Nel corso della serie, le abilità di Claire si sviluppano fino ad arrivare al punto, dopo l’incontro con il nemico numero uno delle prime stagioni, Sylar, interpretato da Zachary Quinto, nella seconda puntata della terza stagione, da non sentire più dolore.

Heroes - analgesia congenita cervello

Nella suddetta puntata, Sylar riesce finalmente a trovare la ragazza ma invece di ucciderla, le scoperchia il cranio per esaminare il funzionamento del suo cervello e copiare la sua capacità, poi scappa. Ripresasi, grazie al suo potere, Claire successivamente si ferisce con dei vetri rotti ed è Peter Petrelli, uno dei personaggi più amati dello show con un taglio di capelli che aveva fatto il giro del mondo, a farglielo notare.

Quante volte abbiamo desiderato di non poter sentire dolore? Magari dopo esserci lussati una spalla, rotti un braccio o durante un violento mal di testa. Il dolore è difficile da sopportare ma è anche un modo del nostro cervello di avvertirci che qualcosa non va. Sebbene la capacità di guarire istantaneamente non esista, quella di non sentire il dolore si, e più che una capacità è una condizione neurologica, o meglio una sindrome.

Che cos’è quindi l’analgesia congenita?

simpsons - analgesia congenita

Analgesia congenita è il nome della sindrome che si caratterizzata per la totale assenza di dolore o di qualsiasi sensazione spiacevole. È definita “congenita” perché non è indotta da nessun farmaco ma è genetica, si manifesta fin dalla nascita e viene trasmessa per via ereditaria. Chi ne è affetto è sostanzialmente incapace di provare qualsiasi tipo di dolore, il che vuol dire che potreste colpirlo con una sedia e lui si rialzerebbe come se nulla fosse.

Questa condizione neurologica è dovuta a una mutazione genetica che impedisce la formazione dei neuroni responsabili della trasmissione dei segnali di dolore, caldo o freddo. Si tratta di una patologia rara che spesso viene confusa con la lebbra, a causa di alcuni sintomi simili, molto invalidante per chi ne è affetto.

Chi soffre di analgesia congenita, come già detto, non avverte dolore o sensazioni spiacevoli, non è in grado di percepire la propria pelle bruciare sotto il sole o di stare andando in ipotermia, oppure di essersi rotto una caviglia. Il dolore, come già affermato, non è piacevole da sopportare ma un modo del nostro corpo di avvertirci che c’è un pericolo. Chi è affetto da questa condizione rischia la sua incolumità ogni giorno.

Nella cultura di massa si possono trovare diversi personaggi affetti da analgesia congenita, definita in Italia come Sindrome di Marsili, dal nome della famiglia affetta da questa patologia. Claire Bennet di Heroes è un caso particolare che è stato usato come esempio introduttivo, tra l’altro la serie ruota intorno al tema delle mutazioni genetiche da cui deriverebbero lo sviluppo di abilità speciali come quelle dei suoi protagonisti, scoperte da un genetista, il dottor Chandra Suresh, interpretato da Eric Avari. Comunque oltre la cheerleader texana, in tv persone affette da analgesia congenita sono apparse in serie televisive come House, Grey’s Anatomy, Perception, The Good Doctor e molte altre.

La serie manga Loveless ha quattro protagonisti tutti affetti dalla sindrome di Marsili, così come il protagonista della serie tv coreana Doctor John.

Conoscevate questa rara patologia simile ad un superpotere? Ditecelo nei commenti.

Follow & Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.